THE IMPORTANCE OF NON- VERBAL COMMUNICATION IN EARLY YEARS MUSIC

In a non-verbal context such as a music lesson that follows the Gordon’s MLT principles, body language becomes very important. Every glance, small movement or smile becomes a way of communicating with the children.

As we sing the songs, we observe the children and their parents, trying to capture their mood and their needs. Children aged between 0 to 3 cannot yet verbalise how they feel but through the body language, they express their entire world. They can tell us if they’re happy; if they feel good in the group; if they need more time to feel free to explore the space; if they are not yet ready to imitate our musical productions.

Everything is written in their expressions, in their way of moving and interacting.

Eventually, when they feel welcomed, they are ready to share and play with the sounds, without fear of experimenting, in a totally non-judgmental environment.E

Right there, at that moment, when the necessary trust between the educator and the child has been created, the most important learning window of the human being’s life opens up. That is the space for us as educators to enter and step by step share our experience, sometimes on tiptoes, sometimes jumping!


ITALIANO

In un contesto non verbale come quello delle lezioni di musica secondo la Music Learning Theory di Gordon, il linguaggio corporeo diventa importantissimo. Ogni sguardo, piccolo movimento o sorriso si trasforma in un mezzo per entrare in comunicazione non i bambini.

Mentre cantiamo le canzoni osserviamo i bambini e i loro genitori, cercando di cogliere il loro stato d’animo e le loro necessità.

I piccoli di 0-3 anni non possono ancora dirci come si sentono ma attraverso il linguaggio corporeo esprimono tutto il loro mondo: sono contenti, si sentono bene nel gruppo, hanno bisogno di più tempo per sentirsi liberi di esplorare lo spazio, non sono ancora pronti per l’imitazione musicale.

Tutto è scritto sulle loro espressioni, sul loro modo di muoversi e di interagire con noi.

Finalmente, quando si sentono accolti, sono pronti a condividere e a giocare con i suoni, senza paura di sperimentare, in un ambiente totalmente non giudicante.

Proprio lì, in quel momento, quando nel bambino si è creata la fiducia necessaria nell’adulto, si apre la finestra d’apprendimento più importante nella vita di ogni essere umano. In quello spazio, noi educatori, entriamo passo dopo passo per condividere le nostre esperienze, a volte in punta di piedi, a volte saltando!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s